4 tempi, fate bene attenzione: questa enduro potrebbe darvi molto filo da torcere. Se cerchi una coppia molto generosa in basso e sorprendente in alto, un telaio leggero e pronto ad alzarsi in qualsiasi occasione, prova questa saettante 300 cm³ a iniezione.

 

Corpo farfallato

Il motore TPI monta un corpo farfallato di nuova concezione realizzato da Dell`Orto, con un diametro di 39 mm. Il flusso d’aria è regolato da una valvola a farfalla con un eccentrico di comando acceleratore a doppio cavo, azionato da un nuovo gruppo acceleratore. Un sensore posizione farfalla fornisce alla centralina i dati relativi al flusso d’aria, mentre una vite di bypass permette di regolare il minimo. Anche il dispositivo di avviamento a freddo apre un bypass immettendo più aria. Tramite un tubo di aspirazione, l’olio fornito dalla pompa viene mischiato con l’aria in entrata per lubrificare le guarnizioni dell’albero a gomiti così come il cilindro/pistone ecc.

 

Motore

Quando si parla di rapporto peso-potenza ottimale ed eccezionali prestazioni specifiche per l’enduro, a farla da padrone è il motore della nuova KTM 300 EXC TPI. Presenta una nuovissima iniezione elettronica TPI, che sarà un nuovo punto di riferimento nel segmento delle offroad a 2 tempi da competizione. Inoltre, grazie alla sua moderna architettura con componenti di fascia alta, come il motorino d’avviamento elettrico ben protetto, un nuovo cilindro con due iniettori e alberino di comando, un cambio enduro a 6 marce e una frizione DDS azionata idraulicamente, la KTM 300 EXC TPI sarà la scelta migliore quando il gioco si fa duro.

 

Cilindro

Il nuovo cilindro della KTM 300 EXC TPI, con un alesaggio di 72 mm, è dotato di un sofisticato alberino di comando che fornisce una potenza davvero omogenea e controllabile. Per l’applicazione dell’iniezione elettronica, il nuovo cilindro presenta due cupole laterali che sostengono gli iniettori che immettono il carburante nei travasi posteriori. Lo spruzzo verso il basso degli iniettori garantisce l’eccellente nebulizzazione del carburante con l’aria spinta verso l’alto. Di conseguenza, si riduce la perdita di carburante non bruciato, ottenendo una combustione più efficiente e consumi ridotti. Un tubicino sul retro del cilindro è collegato a un sensore di pressione di aspirazione, che trasmette i dati sulla pressione alla centralina. Inoltre, grazie alle due molle in dotazione per l’alberino di comando è possibile cambiare l'”umore” della moto in pochi secondi. Impostazioni infinite in funzione dei tracciati e ampia scelta di preferenze.

 

Sistema di gestione motore

Il sistema di gestione del motore (EMS) dei modelli TPI vanta una nuova centralina posta sotto la sella. La centralina determina i tempi di accensione, mentre la quantità di carburante da immettere dipende dalle letture di diversi sensori, come la pressione di aspirazione e la pressione atmosferica, la posizione farfalla, la temperatura dell’olio e dell’acqua. Grazie alla compensazione di altitudine e temperatura, il pilota non deve più preoccuparsi di perdere tempo ad armeggiare.

 

 

Alternatore

I modelli TPI sono caratterizzati da una maggiore tensione dell’alternatore da 196 W (come nei fratelli EXC a 4 tempi) per rispondere ai requisiti del sistema di gestione del motore in termini di energia erogata. Il nuovo sistema di regolazione montato sul lato sinistro della testa di sterzo è ripreso dai modelli EXC-F.

 

 

 

Impianto di scarico

Prodotto da WP Performance Systems, questo tubo nichelato è ripreso dal modello a carburatore ed è stato progettato per ottenere una fascia di potenza ottimale e le migliori prestazioni possibili del motore. Un moderno processo di produzione 3D garantisce la massima precisione e affidabilità del tubo, per cui questo purosangue è tenace quanto forte.

 

Sistema di raffreddamento

Attraversando il triangolo del telaio, il collaudato sistema di raffreddamento KTM porta il liquido dalla testa cilindro direttamente ai radiatori WP in alluminio. La ventola del radiatore KTM PowerParts aggiuntiva, che i piloti possono aggiungere a questa 2 tempi a iniezione, è ora regolata dalla centralina, in altre parole non serve più nessun termointerruttore. Grazie alla circolazione interna a flusso ottimizzato e alla ventilazione dell’aria calcolata tramite CFD, il sistema vanta un’efficienza straordinaria. Inoltre, le nuove protezioni del radiatore offrono una migliore dissipazione del calore. Specialmente nel fango. Sono tra l’altro integrate nella parte anteriore degli spoiler, per proteggere i radiatori in caso di collisioni.

 

 

 

 

Ruote

Le ruote delle EXC hanno mozzi leggeri lavorati a CNC e cerchi Giant di fascia alta che garantiscono la massima stabilità con il minimo peso. Le ruote montano gli pneumatici Maxxis, perfetti per avere prestazioni impeccabili nell’offroad e stabilità su strada.

 

 

 

Serbatoio

Questo è un serbatoio in polietilene leggero da 9,25 litri. I modelli EXC TPI sono dotati di un sistema di pompa del carburante integrato e di un trasduttore del livello di carburante supplementare, così saprai sempre quando stai per restare a secco.

 

 

 

 

Sovrastrutture

La divisione R&D di KTM, KISKA Design e i piloti ufficiali hanno partecipato alla definizione delle parti in plastica con un unico obiettivo: un’armonia completa tra pilota e moto. Ergonomia e punti di contatto perfetti offrono il massimo comfort di movimento in sella alla EXC. Le strutture I-beam dei parafanghi anteriore e posteriore garantiscono la massima stabilità e un peso contenuto grazie a una realizzazione e a un montaggio ben studiati. Inoltre, rimangono pulite più a lungo. L’intelligente instradamento del tubo del freno sul portanumero anteriore previene l’usura.

 

Grafiche

Le nuove grafiche esprimono lo stile READY TO RACE della linea KTM EXC 2018.

 

 

 

Telaio

Il telaio in acciaio al cromo-molibdeno leggero e high-tech garantisce grande maneggevolezza, facilità di guida, comportamento preciso in curva ed eccellente stabilità. Abbina inoltre la massima rigidità longitudinale ad una rigidità torsionale ottimizzata. Ne consegue un migliore assorbimento dell’energia creata dalle sospensioni anteriori e posteriori che dissipa in modo ottimale salti e affondi. In breve, più comfort e meno fatica per il pilota. Le leggere flange laterali per l’attacco del motore (il collegamento tra la testa cilindro e il telaio) contribuiscono a ridurre il livello di vibrazioni. Due inserti filettati nei tubi inferiori della culla consentono di fissare saldamente un paramotore opzionale. Gli ingegneri sono riusciti a ottenere questi risultati pur alleggerendo il telaio di oltre un chilogrammo rispetto al concorrente più leggero sul mercato. Inoltre, la manutenzione e gli interventi sono più semplici e lo spazio per il serbatoio e altri componenti è più ampio. Sui modelli EXC TPI, il tubo superiore del telaio presenta una scanalatura in cui è inserito il tappo del serbatoio dell’olio, da cui il serbatoio viene riempito tramite un flessibile all’interno del tubo del telaio. La moto presenta anche un telaietto posteriore extra leggero in profilati in alluminio stabili, che fermano l’ago della bilancia sotto i 900 g.

 

TumblrLinkedInRedditStumbleUpon