Non si diventa il migliore per caso. Bisogna guadagnarselo. Mordendo fango, sudore e lacrime. Di gioia, alla fine. Quando ti rendi conto che il rapporto peso-potenza del suo compatto motore DOHC è perfetto. Quando ti ricordi come hai risposto a condizioni di terreno impegnative con una guida divertente anche con sospensioni più dure. E quando, dopo ore estenuanti in mezzo alla natura più selvaggia, lo sventolio della bandiera ha salutato la tua vittoria. Anche se il fango avrà imbrattato tutto il tuo viso, non riuscirà a mascherare il tuo sorriso. Antoine Meo, campione del mondo Enduro E2 in sella alla 350 EXC-F, sa bene di cosa stiamo parlando.

 

CARTER MOTORE E COPERCHI

Il design completamente nuovo dei carter motore pressofusi ha reso possibile una configurazione dell’albero molto più centralizzata, avvicinandolo al baricentro della moto, mentre la posizione dell’albero della frizione è stata arretrata di 11,1 mm e alzata di 26,9 mm. Ottenendo in tal modo un accorciamento del motore di altri 2 cm. Tutto a favore della centralizzazione delle masse! I nuovi coperchi del motore presentano una struttura della superficie avanzata in grado di ridurre l’usura provocata dallo sfregamento degli stivali del pilota. Rovinare un’opera d’arte è sempre un peccato.

 

SISTEMA DI GESTIONE MOTORE

L’avanzato sistema di gestione del motore Keihin con iniezione elettronica è dotato di un corpo farfallato da 42 mm. Grazie all’originale posizione dell’iniettore, la risposta del motore ridefinisce totalmente il significato dell’aggettivo “istantanea”. E per rendere la vita ancora più facile, non mancano sistemi separati per l’avviamento a freddo e la regolazione del minimo. Quando il motore è acceso e gira regolare, spingere indietro la manopola del gas e la modalità di avviamento a freddo si disinserirà.  Inoltre, con un selettore della mappatura opzionale, potrai scegliere una curva di potenza più corposa e attivare l’esclusivo sistema di controllo trazione per massimizzare il grip.

 

 

MOTORE

Il nuovo motore della 350 EXC-F vanta un design che ne determina dimensioni simili a quelle della 250 EXC-F, ma con la potenza di un 450. Il propulsore a iniezione è stato ridisegnato con l’intento di renderlo più compatto e leggero, pur erogando coppia e potenza migliori a tutti i regimi di rotazione. La nuova architettura, con la configurazione dell’albero ottimizzata, rende il motore 20 mm più corto, il che contribuisce alla centralizzazione delle masse e migliora la guidabilità della moto. Un altro grande vantaggio del nuovo progetto è la riduzione del peso di 1,9 kg, portandolo a soli 28,5 kg totali. Persino con l’integrazione dell’avviamento elettrico. La curva di potenza si mantiene costante e robusta a tutti i regimi di rotazione. Tutto ciò fa della 350 EXC-F una moto ambita sia dai motociclisti amatoriali che dai professionisti all’apice delle loro capacità. È anche omologato Euro IV, un motore verde ma anche arancione KTM.

 

TESTA CILINDRO

Il cuore pulsante del motore DOHC compatto è la testa cilindro di ultima generazione. Monta due alberi a camme in testa coi bilancieri a dito ultrascorrevoli, grazie al rivestimento DLC del 30% più duro e alla distribuzione ottimizzata per erogare una coppia impressionante anche a fondo scala. Quattro valvole ultraleggere in titanio dotate di molle e piattelli rivisti e i condotti ad alto flusso massimizzano la portata dei gas per garantire una fascia di potenza impressionante e omogenea a qualsiasi regime, fino al notevole limite dei 12.000 giri. All’improvviso, sei già a una velocità impressionante. Due nuove staffe laterali permettono di fissare il motore al telaio in modo efficace e riducono le vibrazioni.

 

AVVIAMENTO ELETTRICO

La 350 EXC-F è dotata di serie di avviamento elettrico, un evidente vantaggio quando le cose si fanno difficili. Un robusto motorino di avviamento realizzato da Mitsuba e alimentato da un’affidabile batteria agli ioni di litio, oltre a un pignone del motorino di peso ridotto, avvierà il motore sempre e infaticabilmente alla semplice pressione del pulsante. Per ridurre il peso al minimo, la pedana di avviamento è stata eliminata. Non ne sentirai la mancanza. Se proprio credi di non poterne fare a meno, installa un kit sostitutivo Power Parts per poter calciare l’avviamento come desideri.

 

CILINDRO E PISTONE

All’interno del cilindro accorciato, con un alesaggio di 88 mm, lavora un affidabile pistone di tipo box-in-box realizzato da CP. La geometria della testa del pistone è stata studiata per adattarsi perfettamente all’elevata compressione della camera di scoppio (12,3:1), dove spiccano la sua rigida struttura e il peso contenuto. Grazie alle ridotte masse oscillanti, il motore è tanto vivace quanto potente.

 

FRIZIONE

La 350 EXC-F utilizza la frizione DDS (Damped Diaphragm Steel) sviluppata da KTM con campana d’acciaio antiusura e dischi estremamente resistenti alle alte temperature. Questa realizzazione è contraddistinta da una molla a diaframma al posto delle tradizionali molle elicoidali, che semplifica notevolmente l’operazione di azionamento della frizione. La molla a diaframma consente di inserire un ulteriore sistema di smorzamento all’interno del mozzetto della frizione, a garanzia dell’affidabilità e di una buona trazione. Oltre a ciò, la frizione è dotata di una campana alleggerita, un mozzo interno rinnovato e un piatto spingidisco che garantiscono una migliore alimentazione dell’olio e un raffreddamento ottimizzato. Ovviamente, ciò che rende particolare questa frizione idraulica Brembo sono la facilità di azionamento e il controllo preciso.

 

CAMBIO

Il nuovo motore è dotato di un docile cambio enduro a 6 marce appositamente studiato, che funziona come un orologio di precisione grazie al rivestimento a basso attrito della forcella cambio. La leva del cambio, che adotta l’avanzato disegno “No Dirt”, impedisce allo sporco di bloccare il suo snodo e garantisce cambiate sicure. Tutti i motori a 4 tempi sono dotati di un sensore di rapporto che sincronizza la curva di potenza alla marcia che si sta utilizzando e al fondo su cui si sta correndo. Lo puoi dir forte: una soluzione intelligente. E veloce.

 

ALBERO MOTORE

L’albero motore della 350 EXC-F presenta un design più rigido e monta una biella più corta, contribuendo a rendere il motore più compatto e leggero, con una brillante erogazione di potenza. L’albero motore monta un cuscinetto di biella costituito da una bronzina a due semigusci inseriti a pressione, che girano direttamente sul perno di biella. Questa costruzione è un presupposto fondamentale per raggiungere il regime estremamente elevato e la straordinaria potenza di punta del motore da 350 cm3. Ma non è tutto, migliora anche la durata del motore, allungando gli intervalli di manutenzione per l’albero motore: un vantaggio per il cliente in termini di tempo, fatica e costi.

 

FORCELLONE

Il design aggiornato consente un posizionamento ottimizzato dell’ammortizzatore PDS (Progressive Damping System) che fornisce così una ancora migliore azione di ammortizzamento progressivo. Inoltre, la realizzazione in alluminio pressofuso garantisce una riduzione di peso (-220 g) e una flessione ottimale. Il processo di fusione monoblocco elimina anche qualsiasi problema di disomogeneità e dei punti deboli insiti nei processi di saldatura. Oltre ad offrire un aspetto più piacevole.

 

FRENI

Impossibile avere una frenata più decisa, più efficace, più rapida o più forte. Queste creazioni Brembo high-tech sono abbinate a dischi Wave leggeri. Il freno posteriore ora dispone di un pedale di 10 mm più lungo, accompagnato da un pistoncino più piccolo della pinza per una migliore modulazione.  La protezione del tubo del freno anteriore flessibile in acciaio è stata migliorata con un canale integrato per cavo Speedo. Prima li superi in velocità, poi in frenata.

 

 

MANUBRIO

Gli ingegneri KTM indubbiamente sanno come trattare i manubri. Questo manubrio rastremato, realizzato da NEKEN in alluminio ad alta resistenza, è dotato di un nuovo gruppo acceleratore con un robusto corpo in alluminio e una regolazione semplice in diverse posizioni. Sul lato destro, una manopola ODI vulcanizzata, mentre su quello sinistro è montata una comoda manopola ODI tipo lock-on con collarino di serraggio che evita l’uso di fili o colla. Ora sono disponibili per il montaggio due eccentrici di comando acceleratore per modificare la risposta di apertura del gas in funzione delle proprie esigenze. Sempre opzionalmente è disponibile un selettore di mappatura per il manubrio che consente di selezionare una curva di potenza ancora più aggressiva. Inoltre, con la semplice pressione di un pulsante, è possibile attivare il rivoluzionario sistema di controllo trazione. Mondo, sto arrivando!

 

PIASTRA FORCELLA

La nuova generazione è dotata di piastra forcella forgiata con un offset di 22 mm, per assicurare una presa sicura della forcella e una guidabilità precisa. Il manubrio può essere spostato in avanti e indietro in 4 posizioni, quindi la moto dovrebbe calzare a pennello.

 

 

 

 

 

SOSPENSIONE ANTERIORE

La nuova forcella a steli rovesciati WP XPlor da 48 mm sdoppiata è stata sviluppata da WP in stretta collaborazione con KTM. È dotata di molle in entrambe le gambe, ciascuna delle quali ha però una diversa funzione: la gamba di sinistra ha il compito di smorzamento in compressione e quella di destra si occupa dell’estensione. Può essere così registrata facilmente in compressione ed estensione semplicemente girando una ghiera posta in cima agli steli (30 clic ciascuno). Inoltre, un freno idraulico più lungo e sigillato garantisce una migliore resistenza all’affondamento. Grazie a materiali di alta qualità e a un processo di produzione allo stato dell’arte, la nuova forcella XPlor 48 – con una corsa di circa 300 mm – si caratterizza per una risposta e uno smorzamento eccellenti, senza dimenticare che ha circa 200 g in meno di quella precedente.  Un nuovo regolatore opzionale del precarico permette un’impostazione del precarico della molla di tre volte tanto senza l’ausilio di alcun attrezzo. Facile come contare fino a tre.

 

TELAIO

Il telaio in acciaio al cromo-molibdeno leggero e high-tech garantisce una grande maneggevolezza, una guidabilità in scioltezza, un comportamento preciso in curva e un’eccellente stabilità. Abbina inoltre la massima rigidità longitudinale ad una rigidità torsionale ottimizzata. Ne consegue un migliore assorbimento dell’energia creata dalle sospensioni anteriori e posteriori che dissipa in modo ottimale salti e affondi. In breve, più comfort e meno fatica per il pilota. Le leggere flange laterali per l’attacco del motore (il collegamento tra la testa cilindro e il telaio) contribuiscono a ridurre il livello di vibrazioni. Due inserti filettati nei tubi inferiori della culla consentono di fissare saldamente un paramotore opzionale. Gli ingegneri sono riusciti a ottenere questi risultati pur alleggerendo il telaio di oltre un chilogrammo rispetto al migliore concorrente sul mercato. Inoltre, la manutenzione e gli interventi sono più semplici e lo spazio più generoso per il serbatoio e altri componenti. La moto presenta anche un telaietto posteriore extra leggero in profilati in alluminio stabili, che fermano l’ago della bilancia sotto i 900 g.

 

 

PEDANE

Le sofisticate pedane con soluzione “No Dirt” impediscono il bloccaggio dello snodo anche quando si è impantanati in solchi profondi. Le pedane dei modelli EXC sono posizionate 6 mm più in alto rispetto alle versioni SX, a tutto vantaggio di una maggiore luce a terra. Ma sono intercambiabili a piacimento.

 

 

SOSPENSIONE POSTERIORE

Il mono PDS XPlor di WP è un ammortizzatore posteriore di nuova concezione. Il PDS è il collaudato sistema di ammortizzamento progressivo che è ormai un tratto distintivo di KTM; l’ammortizzatore è collegato direttamente al lato superiore del forcellone. Non viene utilizzato nessun leveraggio. Questo assetto è stato ora rivisto tenendo conto dell’architettura del nuovo telaio e del forcellone. Vanta la migliore geometria di montaggio possibile, assicura un ammortizzamento ancora più progressivo e presenta un corpo completamente nuovo, con un pistone più piccolo e un serbatoio più capiente. Il diametro del pistone è stato ridotto da 50 a 46 mm per diminuire il peso, mentre la lunghezza complessiva è stata accorciata di 2,5 mm e la corsa di 4 mm. Inoltre, ora è montato più vicino di 5 mm alla linea di mezzeria, il che significa pesi quasi simmetrici per il forcellone e il telaio e più spazio per l’impianto di scarico. Un secondo pistone lavora in abbinamento a una coppa chiusa (invece che un ago) verso la fine della corsa e viene sostenuto da una molla progressiva. Sarà difficile mettere alla frusta una soluzione simile. Sembrava impossibile ma siamo riusciti a limare il peso di oltre 600 g. Vari componenti anodizzati e lavorati a macchina e un’inconfondibile finitura in colore WP (serbatoio nero, molla bianca, corpo argento) ne fanno un pregiato prodotto di fascia alta, rispetto ai corpi spartani di molti concorrenti. Proverai quasi un moto di stizza quando lo vedrai infangarsi. Quasi.

 

 

AIRBOX

Il nuovo design dell’airbox, con nuovi cornetti d’aspirazione, garantisce sia una protezione ottimale del filtro dell’aria dallo sporco sia il massimo passaggio di aria in modo silenzioso. Il nuovo filtro Twin-Air maggiorato è montato in una gabbia rigida che, contemporaneamente, tiene il sistema in posizione. Il suo design è talmente semplice che si potrebbe montare un filtro nuovo anche a occhi chiusi. Senza attrezzi. In pochi secondi.

 

 

SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO

Attraversando il triangolo del telaio, il collaudato sistema di raffreddamento KTM porta il liquido dalla testa cilindro direttamente ai radiatori WP in alluminio di nuova concezione; nuovi sono anche il tappo e la realizzazione con una lega più rigida. Grazie alla circolazione interna a flusso ottimizzato e alla ventilazione dell’aria calcolata tramite CFD, il sistema vanta un’efficienza straordinaria. Inoltre, le protezioni intelligenti del radiatore integrate nella parte anteriore degli spoiler proteggono in caso di collisioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BATTERIA E CABLAGGIO

Tutti i motori EXC-F sono dotati di avviamento elettrico – una caratteristica esclusiva di KTM e un grande vantaggio a tutti i livelli nelle competizioni fuoristrada. Una batteria di avviamento super compatta agli ioni di litio di soli 495 g di peso consente un avviamento sicuro del motore, riduce di 1 kg il peso pur offrendo tre volte l’energia di accensione. Vista la sua affidabilità, abbiamo deciso di eliminare completamente il pedale di avviamento. Batteria e cablaggio sono raccolti in un vano sopra l’airbox, per permettere al meccanico di rimuovere il telaietto posteriore senza essere ostacolato dalla parte elettrica. Perché un meccanico felice è anche un bravo meccanico.

 

SELLA

Questa resistente sella, personalizzata per accogliere comodamente i piloti più veloci del mondo, è stata abbassata di 10 mm per consentire di affrontare senza problemi i terreni più impervi.

 

SERBATOIO

Un serbatoio in polietilene leggero da 8,5 litri. Grazie alla plastica trasparente, il carburante rimasto può essere controllato a colpo d’occhio. Premendo il pulsante arancione a rilascio al centro del tappo serbatoio, il meccanismo a baionetta rende il rifornimento questione di attimi. I modelli a 4 tempi sono dotati di un sistema di pompa della benzina integrato e di un sensore del livello del carburante supplementare. Nei nuovi modelli, la linea del carburante ha un attacco a 90° al serbatoio per una migliore protezione da eventuali danni.

 

RUOTE

Le ruote KTM hanno mozzi leggeri lavorati a CNC e cerchi Giant di fascia alta che garantiscono la massima stabilità con il minimo peso. Queste ruote montano gli pneumatici Maxxis di ultima generazione. Lo pneumatico posteriore presenta un profilo rilavorato e una struttura interna per una migliore aderenza in condizioni di bagnato ed è più resistente alle forature. Portali dove vuoi, la trazione sarà sempre perfetta.

 

 

IMPIANTO DI SCARICO

I limiti di rumorosità imposti dalla FIM sono una vera sfida per tutti i costruttori. KTM ha dunque profuso un notevole impegno nello sviluppo dei suoi sistemi di scarico. Tutti i 4 tempi sono dotati di nuovi collettori e di un silenziatore più corto, montato quanto più vicino possibile al motore. Sai bene cosa significa: più potenza, più centralizzazione delle masse, migliore guidabilità. Il disegno interno avanzato riduce il rumore abbastanza da rientrare comodamente nei limiti FIM, pur trasmettendo una sensazione da pelle d’oca.

 

SOVRASTRUTTURA

La divisione R&D di KTM, Kiska Design e tutti i piloti della nostra fabbrica hanno partecipato alla definizione della forma. Il loro obiettivo: un’armonia completa tra pilota e moto. E così è stato. Ergonomia e punti di contatto perfetti, massima libertà di movimento, sella ribassata e un piacevole comfort, specie nella parte posteriore. Le strutture I-beam dei parafanghi anteriore e posteriore esemplificano in modo eccellente questo design intelligente, garantendo la massima stabilità e un peso contenuto grazie a una realizzazione e a un montaggio ben studiati. Vantaggio: rimangono puliti più a lungo. Ma anche la carenatura del faro non è male! Qualcuno riesce a trovare una soluzione più intelligente che impedisca al tubo del freno di continuare a produrre quei brutti graffi?

 

GRAFICHE

Un nuovo kit personalizzato, per centauri speciali. Perché in questo sport, i campioni meritano riconoscibilità malgrado il fango.

 

TumblrLinkedInRedditStumbleUpon